servizi erogati

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

La definizione degli standard qualitativi dei servizi resi al cittadino dalle amministrazioni pubbliche è prevista dall’art. 11, comma 2, del d.lgs. n. 286/99, così come sostituito dall’art. 28, del d.lgs. n. 150/2009.

Sulla tematica è intervenuta la CIVIT con:

  • la delibera n. 1 del 13 gennaio 2010, avente ad oggetto l’individuazione in via provvisoria degli standard di qualità dei servizi pubblici, che ha sancito, nelle more della definizione degli standard, di far riferimento, ai fini dell’applicazione del d.lgs. 198/2009, alle previsioni di termini fissati da leggi o regolamenti, alle carte dei servizi esistenti e agli eventuali ulteriori provvedimenti adottati in materia dalle singole amministrazioni
  • la delibera n. 88 del 24 giugno 2010, che definisce le linee guida per la definizione degli standard di qualità, come primo passo verso la costruzione di un sistema di controllo diffuso della qualità dell’azione amministrativa
  • la delibera n. 3 del 5 gennaio 2012, avente ad oggetto “Linee guida per il miglioramento degli strumenti per la qualità dei servizi pubblici”, con la quale sono stati forniti ulteriori elementi per una più efficace individuazione dei servizi erogati e dei relativi standard: nella logica di accompagnamento verso il miglioramento continuo sono state, in particolare, fornite specificazioni relative alle dimensioni della qualità, nonché alle modalità di definizione degli indicatori e dei valori standard.

 

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha, inoltre, emanato un’apposita direttiva, la n. 4 del 25 febbraio 2010, con la quale sono state fornite alcune indicazioni sulle modalità di definizione di obblighi e standard di comportamento delle amministrazioni e dei concessionari di pubblici servizi.

 

 


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti